en-us-FURMAI DE LIVIGN

03/21/1906


Riconoscimento: PAT

Zona di produzione: comune di Livigno. 

Descrizione prodotto: formaggio a latte crudo, semigrasso a pasta semi cotta.

Materie prime: latte crudo semigrasso, caglio e sale.

Tecnica di produzione: la lavorazione varia leggermente secondo le possibilità di utilizzo del latte con contenuto variabile del grasso, ma in generale il latte viene riscaldato a 35 - 36 °C, seguono le classiche operazioni quali, la rottura della cagliata, l'agitazione e riscaldamento a 38 - 40°C,l'estrazione dal siero e messo in fascere, la salatura a mano o in salamoia. La produzione avviene anche in pascolo, dove si utilizza legna per il riscaldamento. Ha una stagionatura minima di 60 giorni. È individuabile per la marchiatura esterna: Livigno.

Caratteristiche organolettiche: formaggio di forma cilindrica, con gusto dolce se giovane, più intenso se invecchiato. Presenta all'interno un colore giallo paglierino e occhiatura a occhio di pernice. Il sapore è inconfondibile, ottenuto dalla lavorazione di latte crudo scremato proveniente da allevamenti della Valle di Livigno, situati oltre i 1.800 metri di quota. Questo formaggio risulta particolarmente gradevole al palato grazie alle sue inconfondibili note aromatiche. La pasta è morbida ed elastica, il gusto delicato ma di carattere, il colore dal bianco al giallo paglierino a seconda della stagione di produzione. 

Storia: Un tempo si diceva che il formaggio di Livigno era dé fén mas'c ( di fieno maschio) per indicare che si praticava un solo taglio d'erba. Il latte, il burro e il formaggio avevano colori e profumi particolari che ricevevano dai fiori e dalle erbe aromatiche. Il formaggio di Livigno si riconosceva facilmente perchè aveva sulla crosta delle gradevoli macchie rosse.

Gastronomia: Ottimo in cucina, per esaltare con i suoi sentori di montagna i piatti più tipici della tradizione alpina. Gradevole e piacevolmente gustoso a fine pasto.