en-us-Il cibo giusto

11/11/2018

Una volta era la stazione dei pullman, o ancora prima delle corriere, oggi è la sede del nuovo mercato agricolo coperto della città di Sondrio.

Diciotto aziende con prodotti diversi, formaggi, miele, confetture, giardiniere, succhi di mela, ortaggi, frutta, dolci, vini, pesce, esposti in bella vista, a disposizione dei consumatori per essere acquistati ma anche ascoltati, assaggiati. Perché il mercato non vuole essere solo un luogo di vendita, ma anche un momento di informazione, di comunicazione con il consumatore per spiegare cosa c'è dietro una bottiglia di vino o una fetta di formaggio.

Quello che senti subito, appena entri nel nuovo mercato coperto, è l'odore di cose buone e poi noti subito un' eleganza particolare, quasi inusuale nei vari mercatini degli agricoltori. Banchi di vendita tutti uguali, colori vivaci, corridoi ampi, venditori sorridenti, quasi tutti giovani e soprattutto quasi tutte donne, tutti con il grembiule giallo, con la scritta CAMPAGNA AMICA, IL CIBO GIUSTO. 

E poi tra le gigantografie con immagini dell'agricoltura spicca una grande scritta con una citazione di Carlo Petrini , "Ho bisogno di conoscere la storia di un alimento. Devo sapere da dove viene. Devo immaginarmi le mani che hanno coltivato, lavorato ..."

Perché come ha detto il presidente di Coldiretti di Sondrio, Silvia Marchesini, durante l'inaugurazione tenutasi sabato 10 novembre      "questo non è solo un luogo di acquisto, ma diventa un luogo di incontro, di cultura, di scambio e di relazioni. Rappresenta un momento di conoscenza vera del territorio.»

Un'alternativa ai banchi dei supermercati dove i formaggi e salumi sono sempre più venduti in confezioni di plastica sigillati, senza più il gusto di vederne il taglio, di sentirne i profumi, di poterli assaggiare. Prodotti spesso con etichette che non specificano la provenienza delle materie prime.

Qui no. Qui sui banchi di vendita i prodotti sono tutti a chilometro zero, la trasformazione segue la produzione delle materie prime avvenuta nell'azienda stessa. Il produttore è lo stesso venditore che troviamo dietro il banco di vendita, che ci sorride, ci consiglia e ci racconta anche il ciclo produttivo del suo prodotto.

E poi i prezzi. Adeguati, giusti, alla portata di tutti, sicuramente concorrenziali rispetto ai supermercati presenti sul territorio. 

Una bella iniziativa, un importante traguardo raggiunto con determinazione dalla Coldiretti, che soddisfa i produttori presenti, ma anche tantissimi consumatori che hanno voluto partecipare a questo primo giorno ed assaggiare dopo l'inaugurazione ufficiale un' ottima polenta taragna offerta dalla Coldiretti. 

Peccato che il mercato sia aperto solo il sabato mattina.