en-us-Una presidenza rosa per l’agricoltura valtellinese.

08/13/2019

Laureata in scienze agrarie, imprenditrice, grande mamma (quattro figli) e da oggi anche prima donna presidente della coldiretti di Sondrio.

È Silvia Marchesini, titolare dell'azienda agricola Libera a Valle di Colorina. Un' azienda creata più di 100 anni fa dal bisnonno Liberale e dopo il nonno Guido, il papà Lorenzo ecco la quarta generazione con Silvia e Alberto, ma sicuramente non mancherà la quinta con Chiara, Loris, Mattia e Noè i giovani figli.

"Dagli albori abbiamo fatto tanta strada, senza mai perdere di vista la tradizione. Dal solo latte degli inizi siamo arrivati a produrre formaggi freschi e stagionati, carni, insaccati e non abbiamo alcuna intenzione di fermarci qui! Tante idee e tante iniziative abbiamo per la testa, ma crediamo che sia importante procedere passo per passo, senza fretta e senza dimenticare chi siamo. Per questo negli ultimi anni, pur rinnovando, migliorando e ingrandendo la nostra struttura abbiamo sempre mantenuto vive le tradizioni e lo stile di vita che rende questo lavoro unico! Abbiamo saputo cogliere le opportunità del mondo moderno senza togliere nulla all'attenzione e alla cura che abbiamo nel fare le cose. Oggi come allora nei mesi estivi portiamo i nostri animali in alpeggio sulle cime dei nostri monti, dove tutto sembra essersi fermato e dove ancora oggi è possibile assaporare i ritmi e la vita dei nostri avi. È su questi monti che ancora oggi produciamo il Bitto DOP. La cura e la passione per il nostro lavoro si trasmette nei nostri formaggi prodotti con latte crudo di alta qualità, nelle nostre carni senza conservanti e solo di animali della nostra stalla, nei sapori che la tradizione ci ha insegnato e che quotidianamente proponiamo al cliente." Così si legge sul sito dell'azienda, (www.aziendaagricolalibera.it).

E le parole delle pagine del sito si respirano entrando nello spaccio aziendale dove è visibile una diversificazione delle produzioni casearie che vanno dalle più tradizionali come Bitto o semigrasso, magro e grasso di latteria, burro  a quelle più moderne come la crescenza, la mozzarella, i vari tipi di yogurt, la panna cotta ma non manca un'importante diversificazione anche degli insaccati e delle carni fresche lavorate nel macello realizzato all' interno dell'azienda.

Prodotti diversi, nati dall'amore per l'agricoltura, per gli animali , per le tradizioni, ma anche nati dalla voglia di diversificare, di innovare. Parole importanti che sono presenti quotidianamente nel lavoro di Silvia e che hanno permesso all'azienda di svilupparsi, di crescere, di migliorarsi. Parole importanti che sicuramente non saranno dimenticate da Silvia nel suo nuovo impegno. Auguri presidente e buon lavoro.